Cépages

  • Blanc
  • Allogène (après 1900)
  • 9 Ha (0.06%)

Souvignier Gris

Nomi associati: 
(FR 392-83)
  • Blanc
  • Allogène (après 1900)
  • 9 Ha (0.06%)

Seyval blanc

Ibrido Seibel 5656 × Rayon d'Or ottenuto in Isère, il nome Seyval Blanc deriva dall'unione dei nomi dei suoi creatori, Seyve e Vallier. In Svizzera, questo vitigno vigoroso e resistente, produce vini abbastanza neutri e con elevata acidità.
  • Blanc
  • Allogène (après 1900)
  • 9 Ha (0.06%)

Chenin Blanc

Vitigno della regione francese della Loira, menzionato già nel XVI secolo nei pressi di Anjou dallo scrittore Rabelais nel suo Gargantua, lo Chenin Blanc deve il suo nome al monastero di Montchenin, nella provincia della Turenna. Il test del DNA ha rivelato che lo Chenin Blanc deriva direttamente dal Savagnin ed è uno dei fratelli del Trousseau e del Sauvignon Blanc. Sensibile alla botrite, lo Chenin Blanc consente di produrre una vasta gamma di vini, dagli spumanti ai vini secchi, leggermente dolci o dolci. In Svizzera è poco diffuso e viene coltivato in particolare a Ginevra, nel Vallese e nel Canton Vaud.
  • Gris
  • Allogène (après 1900)
  • 9 Ha (0.06%)

Sauvignon Gris

Mutazione di colore del Sauvignon Blanc, il Sauvignon Gris è famoso nella zona della Loira da molto tempo con il nome di Fié. Più inebriante e ricco rispetto al Sauvignon Blanc, questo vitigno viene coltivato poco in Svizzera.
  • Rouge
  • Allogène (après 1900)
  • 8 Ha (0.05%)

Leon Millot

Ibrido artificiale Millardet et Grasset 101-14 OP × Goldriesling creato nel 1911 a Colmar, un comune della regione francese dell'Alsazia, il Léon Millot deve il suo nome all'omonimo presidente della Société Vosgienne de Viticulture. È il fratello di Lucie Kuhlmann e del Maréchal Foch. Molto precoce e resistente, viene coltivato in Svizzera nelle zone interessate da climi freddi, in particolar modo la Svizzera tedesca, dove produce vini molto pigmentati.
  • Blanc
  • Allogène (après 1900)
  • 7 Ha (0.05%)

Muscat Oliver

Incrocio artificiale Pozsonyi Fehér × Csaba Gyöngye, il Muscat Oliver è stato creato nel 1930 in Ungheria e commercializzato nel 1975. Il suo nome ufficiale è Irsai Olivér. In Svizzera, questo vitigno precoce, sensibile al gelo e all'oidio, è conosciuto con il nome di Muscat Oliver e produce vini leggeri e fruttati, da bere giovani.
  • Blanc
  • Allogène (après 1900)
  • 7 Ha (0.05%)

Scheurebe

Incrocio artificiale tra il Riesling e una varietà sconosciuta (non si tratta del Sylvaner, come sovente si pensa) ottenuto nel 1916 presso il centro di ricerca di Alzey, nella regione tedesca dell'Assia Renana, lo Scheurebe si chiama così in onore del suo creatore, Georg Scheu. Questo vitigno tardivo e sensibile all'oidio viene coltivato a Ginevra e nella Svizzera tedesca, dove produce vini secchi o dolci, con un'elevata acidità naturale e aromi di mora e ribes nero.
  • Blanc
  • Indigène
  • 7 Ha (0.05%)

Completer

Antico vitigno originario del Cantone dei Grigioni, in Svizzera, di cui troviamo traccia già nel 1321 nel comune di Malans, vicino a Coire. Il nome Completer deriva da completorium, ossia l'ultima preghiera dei monaci benedettini, momento in cui era concesso loro di bere un bicchiere di questo vino in silenzio. Nell'Alto Vallese, il Completer ha generato la nascita del Lafnetscha. Questi due vitigni vengono spesso scambiati l'uno per l'altro. Vitigno tardivo accarezzato dal Föhn, il Completer produce vini potenti e ricchi, con una considerevole acidità naturale che conferisce un grande potenziale di invecchiamento. Quasi scomparso negli anni '60, attualmente ne esistono pochissimi vigneti in Svizzera, concentrati soprattutto nel Cantone dei Grigioni, a Zurigo e, più di recente, nel Vallese.
  • Blanc
  • Allogène (après 1900)
  • 6 Ha (0.04%)

Freisamer

Incrocio artificiale Sylvaner × Pinot Grigio, il Freisamer è stato creato nel 1916 a Friburgo, in Germania. Da qui deriva l'altro nome con cui viene chiamato in Svizzera, Freiburger. Freisamer invece è il risultato dell'unione tra Friburgo e Dreisam, il fiume che attraversa la città. Vitigno relativamente tardivo, produce vini dall'acidità pronunciata. Viene coltivato sporadicamente in Svizzera, Canton Friburgo compreso. E non si tratta certo di una coincidenza.
Nomi associati: 
Freiburger
  • Blanc
  • Allogène (après 1900)
  • 6 Ha (0.04%)

Muscat Ottonel

Incrocio artificiale creato accidentalmente nel 1839 ad Angers, in Francia, questo vitigno deve il suo nome a un certo H. Ottonel. Il suo albero genealogico era sconosciuto fino a quando il test del DNA ha stabilito che si tratta di un incrocio Chasselas × Muscat d'Eisenstadt. Questo vitigno precoce e sensibile alle malattie fungine è ricco di zucchero e può essere utilizzato per produrre vini secchi o liquorosi. La sua presenza in Svizzera è limitata.