Notizie

Miglior Sommelier della Svizzera ASSP 2021

Sorgente /
Association Suisse des Sommeliers Professionnels

Fabien Mene del M3 Restaurants Group, Ginevra vince il «TROPHÉE SWISS WINE – Conoscenza del vino svizzero»

Domenica 10 ottobre 2021, ha avuto luogo sotto il "patrocinio" di SWISS WINE all'Hotel Splendide Royal di Lugano il 22° Campionato svizzero di sommelier "Meilleur Sommelier de Suisse ASSP 2021". Il "Miglior Sommelier della Svizzera 2021" è stato Fabien Mene, M3 Restaurants Group, Ginevra. Il secondo è stato Mikaël Grou, Hôtel Beau-Rivage, Ginevra. Il terzo posto è andato ex aequo a Jennifer Badino, Hôtel The Chedi, Andermatt e Anna Valli, Relatrice presso l’Istituto di Formazione Continua, Bellinzona.

Il premio "Miglior Sommelier ASSP della Svizzera 2021" per l'eccellente professionalità che unisce cultura, gusto e passione è stato consegnato al vincitore della finale nazionale domenica 10 ottobre 2021 all'Hotel Splendide Royal. L’ospite d'onore Marco Romano, consigliere nazionale e presidente dell'Associazione svizzera dei viticoltori, ha consegnato al vincitore Fabien Mene di Ginevra il trofeo "Trophée Swiss Wine" come "Meilleur Sommelier de Suisse 2021". Il vicepresidente di Swiss Wine Roberto Grassi ha reso omaggio alla sua "CONOSCENZA DEL VINO SVIZZERO". Davide Dellago di Basilea, è stato premiato inoltre per la sua eccezionale performance nella degustazione scritta.

Il prestigioso concorso per assegnare il titolo di MIGLIOR SOMMELIER DELLA SVIZZERA 2021 era un evento molto atteso nel mondo della sommellerie svizzera. Il concorso è stato ancora una volta perfettamente organizzato e gestito da Piero Tenca, presidente nazionale di lunga data dell'Associazione svizzera dei sommelier ASSP. I 16 candidati provenienti dalle tre regioni linguistiche della Svizzera si sono sfidati in un'appassionante competizione per il titolo di MIGLIOR SOMMELIER DELLA SVIZZERA 2021. Una giuria nazionale e internazionale, presieduta da Paolo Basso, ha giudicato le ampie parti dell'esame. Nella giuria alcuni dei campioni mondiali di sommelier quali Marc Almert, Paolo Basso e Giuseppe Vaccarini. Nella giuria pure il rappresentante dell'Associazione Internazionale Sommelier ASI Samuil Angelov da Helsinki,Finlandia.

Il consigliere nazionale Marco Romano ha sottolineato in particolare l'importante e preziosa funzione di ponte che i sommelier svizzeri svolgono con i viticoltori del paese. Ha chiesto che in futuro non solo il cioccolato, il formaggio, gli orologi e le banche siano considerati tipicamente svizzeri, ma anche i nostri eccellenti vini. L'intero concorso si è concentrato in particolare sugli eccellenti vini svizzeri in un contesto internazionale, al fine di promuoverli e proporli maggiormente nel settore gastronomico e alberghiero.